JOB&Orienta

La più importante fiera italiana dedicata all’Orientamento, la Scuola, la Formazione e il Lavoro, ritorna in fiera.

Dal 22 al 25 novembre a Verona, promosso da Veronafiere e Regione Veneto, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione e del Merito, Ministero dell’Università e della Ricerca, e Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, torna il Salone nazionale JOB&Orienta con la sua trentaduesima edizione.

Durante il corso delle edizioni, JOB&Orienta ha guadagnato il supporto di istituzioni, enti locali e nazionali, associazioni di categoria, associazioni e coordinamenti del sistema scuola, formazione e lavoro, realtà del terzo settore e del volontariato. Queste hanno contribuito alla valorizzazione della manifestazione che è ora identificata come la più importante del panorama nazionale nei suoi settori.

Riflettori sul Made in Italy

Il tema di quest’anno è “Orientamento made in Italy”, per concentrarsi sulle competenze, sulla scia dell’approccio europeo.

Claudio Gentili, coordinatore del comitato scientifico di JOB&Orienta, spiega che la scelta del tema è di rivalsa per l’Italia, che spesso “si piange addosso”. L’obiettivo è di dimostrare, soprattutto alle nuove generazioni, la competitività delle imprese del nostro Paese e la forza del Made in Italy. Inoltre, diviene fondamentale il focus sulle competenze aggiornate in vista dei cambiamenti in atto in merito all’evoluzione digitale e la necessità della salvaguardia dell’ambiente.

La rassegna è divisa in due sezioni espositive: “Istruzione ed Educazione” e “Università, Formazione e Lavoro” che a loro volta si suddividono in sei aree tematiche:

  • Educazione, Scuola e Formazione Docenti;
  • Lavoro e Alta Formazione;
  • Lingue Straniere, Turismo e Mobilità;
  • Strumenti per la Didattica;
  • Accademie e Università;
  • Formazione Professionale.

L’evento è opportunità di dialogo tra istituzioni, imprese, mondo scuola ed università. È opportunità di divulgazione dei progetti per la formazione e l’inserimento lavorativo in Italia e all’estero, delle varie tipologie contrattuali, dei lavori digitali e della salute e sicurezza sui luoghi di lavoro.

I punti focali dell’evento sono garantire ai giovani le competenze più aggiornate e le opportunità di realizzazione professionale, ma anche assicurare alle imprese una generazione con le competenze adeguate ad accrescere la loro competitività, soprattutto nell’ottica della transizione digitale e della transizione ecologica.

JOB&Orienta: la voce di tutti

Più di 400 realtà saranno presenti al Salone: 6 ministeri, 16 regioni, numerosi enti istituzionali locali, 140 accademie ed università, scuole, enti di formazione professionale, agenzie di servizi per il lavoro e imprese.

Gli espositori avranno l’occasione di rappresentarsi al meglio, interagire con il pubblico attraverso i loro contenuti multimediali come foto e video, e materiali informativi come brochure.

Il programma si articola in numerose attività come workshop interattivi, seminari e convegni.

Il Salone JOB&Orienta è aperto a tutti, per cui le iniziative sono varie e indirizzate ai diversi target: dalle attività più istituzionali che esplorano i dibattiti politici e le riforme in atto con l’intervento di figure rappresentative ed autorevoli, ad attività più pratiche con obiettivi formativi, dimostrativi e di innovazione indirizzati a chiunque.

I biglietti per l’evento sono sold-out, ma sarà possibile conoscere le vetrine degli espositori e assistere agli eventi attraverso la modalità online.

Per maggiori informazioni consulta il sito ufficiale https://www.joborienta.net/site/it/home/.

 

 

L’articolo JOB&Orienta proviene da Portale Network GTC.