Bando Internazionalizzazione 2023

CCIA Foggia

Bando Internazionalizzazione 2023

A vantaggio della competitività sui mercati esteri

La Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura di Foggia ha approvato la misura finalizzata all’acquisizione di servizi volti a facilitare i processi di internazionalizzazione d’impresa, confermando, così, l’impegno condotto a sostegno delle potenzialità imprenditoriali di realtà locali capaci di ‘esportare’ la propria specificità sui mercati internazionali.

Nello specifico, l’iniziativa camerale intende promuovere la competitività delle Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI) di tutti i settori economici, supportando il ricorso a soluzioni finalizzate ad avviare o rafforzare la loro presenza all’estero.

Cosa prevede il Bando Internazionalizzazione d’impresa

In questa prospettiva acquistano particolare risalto le strategie rivolte a promuovere sia una cultura del digitale sia un’azione sinergica, da condurre a vantaggio di una fattiva collaborazione delle MPMI lungo filiere orizzontali o verticali per l’export.

Prende così valore la scelta di erogare voucher utilizzabili come contributi assegnati a copertura parziale delle spese sostenute per l’acquisizione di servizi, destinati all’analisi, alla progettazione, alla gestione e alla realizzazione di iniziative sui mercati internazionali.

In particolare, gli ambiti di attività dovranno riguardare:

  • percorsi di rafforzamento della presenza all’estero, compresa l’acquisizione delle certificazioni di prodotto necessarie all’esportazione nei Paesi esteri;
  • lo sviluppo di canali e strumenti di promozione all’estero, a partire da quelli innovativi basati su tecnologie digitali.

 

A chi è rivolto il Bando Internazionalizzazione d’impresa

Destinatari del beneficio sono le micro, piccole e medie imprese iscritte alla CCIAA di Foggia (profilate sul sito https://www.sostegnoexport.it.).

Queste potranno accedere ai contributi a fondo perduto, a valere su una dotazione finanziaria complessiva di 211.317,21 Euro. Le agevolazioni, accordate sotto forma di voucher, avranno un importo unitario massimo di euro 8.000,00, un’entità massima non superiore al 70% delle spese ammissibili.

Tra queste rientrano:

  1. a) servizi di consulenza e/o formazione relativi a uno o più ambiti di attività a sostegno del commercio internazionale tra quelli previsti all’art. 2, comma 2 del presente Bando;
  2. b) acquisto o noleggio di beni e servizi strumentali funzionali allo sviluppo delle iniziative di cui al

suddetto art. 2, comma 2;

  1. c) realizzazione di spazi espositivi (virtuali o fisici, compreso il noleggio e l’eventuale allestimento,

nonché l’interpretariato e il servizio di hostess) e incontri d’affari, comprendendo anche la quota di partecipazione/iscrizione e le spese per l’eventuale trasporto dei prodotti (compresa l’assicurazione).

 

Sono riconosciute premialità alle imprese in possesso del rating di legalità (5% del contributo concesso) e alle imprese femminili (20%).

È inoltre prevista la possibilità, per tutte le imprese beneficiarie, di usufruire gratuitamente dei servizi di Assessment sulla “Sicurezza Informatica” (PID Cyber Check e Cyber Exposure Index).

 

La trasmissione delle domande di contributo può avvenire esclusivamente dal 29 settembre al 30 ottobre 2023, con procedura a sportello.

L’articolo Bando Internazionalizzazione 2023 proviene da Portale Network GTC.